Per il secondo anno consecutivo resterà chiusa la Scuola dell'Infanzia dei Colli, lesionata dopo il sisma dell'agosto dello scorso anno nelle zone del reatino e delle Marche. A stabilirlo, a titolo cautelativo, il Comune di Sezze, che si è già mosso per i lavori di ripristino. Ma la necessità di trovare una collocazione ai bambini che frequentano l'istituto, circa 40, ha spinto l'ente a cercare un immobile in regola con le norme urbanistiche e di sicurezza, al fine di poter svolgere l'anno scolastico alla Scuola dell'Infanzia. Quale sito temporaneo è stato individuato uno spazio della Parrocchia di S. Lucia ed il parroco don Raffaele D'Elia ha dato piena disponibilità all'uso gratuito e temporaneo delle aule sino al termine del ripristino della funzionalità del plesso di Via Colli. L'ente ha ritenuto giusto e corretto riconoscere alla parrocchia un contributo per far svolgere lì il primo trimestre del prossimo anno scolastico ed ha individuato la somma di 1.000 euro, considerata la diminuzione dei costi di gestione del plesso scolastico stesso. I bambini, quindi, frequenteranno le strutture messe a disposizione dalla parrocchia, mentre la loro scuola, stando a quanto si è appreso nelle scorse settimane, verrà messa in sicurezza con un progetto complessivo del valore di 114.168,17 euro, già approvato in giunta e in attesa di stabilire le modalità di appalto dell'intervento.