Sono stati concessi gli arresti domiciliari al 27enne di Latina accusato di aver violentato una ragazza di 18 anni originaria di Anzio che era in vacanza nel Salento. E' quello che ha deciso il gip del Tribunale di Lecce al termine dell'interrogatorio che si è svolto questa mattina nel carcere di Lecce. Il ragazzo, assistito dall'avvocato Biagio Palamà, ha ricostruito i fatti sostenendo che il rapporto sessuale con la giovane era consenziente e inoltre la difesa ha sottolineato una serie di incongruenze relative al racconto della parte offesa. Il gip non ha convalidato il fermo e ha emesso una misura restrittiva meno afflittiva concedendo il beneficio degli arresti domiciliari, sulla scorta di alcuni elementi che sono stati raccolti dagli investigatori.