Proseguono i controlli sul territorio di Aprilia, ed aumentano anche le segnalazioni dei residenti. Persistono infatti sul territorio comunale, nelle aree in prossimità al Fosso della Ficoccia, forti odori e miasmi che stanno causando giustificata apprensione da parte della comunità.

In particolare, i forti miasmi sono avvertiti nel comprensorio studentesco di Via Carroceto, dove sia gli studenti che il personale docente e non docente del "Meucci" e del "Rosselli" lamentano le difficili condizioni in cui devono svolgere l'attività quotidiana.

Già nei giorni scorsi l'Amministrazione Comunale era intervenuta, individuando la causa dei cattivi odori sul territorio di Lanuvio, con effetti negativi nelle zone a valle, cioè ad Aprilia dove il fosso prosegue naturalmente.

In questi giorni le Polizie Locali di Lanuvio e Aprilia stanno indagando per scoprire la fonte degli sversamenti oleosi che stanno causando detti disagi. Allo stato e alla luce dei sopralluoghi avvenuti nella giornata di ieri, si ipotizza che il liquido di colore scuro e di natura organica individuato nel fosso possa provenire da qualche frantoio che ha effettuato scarichi in modo illecito, così come sembrerebbe escludersi la presenza di sostanze tossiche. Nella circostanza, comunque, i tecnici di Arpa Lazio hanno effettuato ieri nuovi prelievi di campioni idrici i cui esiti verranno resi noti non appena perverranno agli uffici comunali.