Si sono concluse le operazioni peritali che si sono svolte a Brescia e a Varese sul motore del Cessna, l'aereo precipitato lo scorso 3 settembre a poca distanza dall'Appia al confine tra i comuni di Pontinia e Latina. Sia l'elica che il motore dell'aereo funzionavano bene. E' questa l'indiscrezione relativa all'accertamento tecnico disposto dal pubblico ministero Simona Gentile, titolare dell'inchiesta che aveva aperto un'indagine con l'accusa di omicidio colposo. E inoltre è emerso che lo stato di manutenzione dell'aereo, controllato lo scorso giugno, a quanto pare era buono. E' questo il quadro degli ultimi accertamenti che sono stati eseguiti per ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente, la cui causa sarebbe un errore umano del pilota. L'aereo infatti ha urtato anche contro un albero.