Tre esposti sono appena stati presentati da parte del gruppo docente e personale ata , dai genitori e dai rappresentanti degli studenti. Le denunce inviate alla procura ai carabinieri e alla Asl  mirano ad ottenere nero su bianco una qualche risposta ufficiale che prenda in considerazione quello che gli studenti lamentano da diversi giorni e cioè che dentro alle classi non si riesce a stare per cinque ore con la puzza. Forte è infatti il malcontento legato all'esito dei controlli dell'Asl effettuati ieri. "Ci hanno detto di aprire le finestre-dicono gli alunni  e alcuni genitori fuori del Meucci - per far uscire la puzza facendoci sentire come fossimo degli idioti a non averci pensato. Il problema è che la puzza viene da fuori viene dal fosso."

Anche questa mattina gli studenti dei due istituti scolastici di via Carroceto il Minucci ed il Rosselli hanno deciso di protestare e di non entrare in classe. Ormai da venerdì la situazione è insostenibile con le aule piene di miasmi e puzza insopportabile, tanto che alcuni degli alunni ma anche personale docente nei giorni scorsi hanno accusato lievi malesseri. Nelle scorse ore, dopo che la polizia locale di Lanuvio ha individuato un'azienda che scaricava illecitamente dentro uno dei canali che confluiscono nella fossa della Ficoccia, ieri l'Asl ha effettuato un sopralluogo all'interno delle due scuole. Genitori e residenti però chiedono che questi controlli vengano effettuati negli orari più critici e cioè la mattina presto il tardo pomeriggio.

di: La Redazione