Il fatto non sussiste. E' questa la motivazione con cui il gup di Velletri, nella giornata di ieri - 3 novembre 2017 - ha assolto con formula piena dall'ipotesi di falso in bilancio contestata dal pm Travaglini l'ex sindaco di Nettuno Alessio Chiavetta, il dirigente comunale Gianluca Faraone e i tre ex revisori dei conti dell'ente Michele Scognamiglio, Ermanno Cicchetti e Barbara Scoppetta.

Il gup, in particolare, ha prosciolto tutti gli ormai ex indagati per la seconda volta: la stessa decisione era stata presa nel 2015 con la medesima motivazione, ma la Corte di Cassazione, accogliendo il ricorso del pm veliterno, aveva rimandato gli atti all'udienza preliminare per una nuova valutazione.

Il giudice, però, è rimasto dello stesso avviso di due anni fa e, dunque, ha chiuso definitivamente una pagina di cronaca giudiziaria aperta nel 2013.