Nuovi rinvii per alcuni processi che ieri dovevano essere celebrati all'udienza monocratica relativi a diversi dibattimenti, in alcuni casi vicini alla prescrizione che saranno celebrati invece nel febbraio del 2020. E' questa la data scelta di quando si tornerà in aula e cioè il rinvio in questo caso è di due anni e due mesi. Alcuni reati sono stati commessi anche nel 2013 e nel 2014. E non è la prima volta che in Tribunale a Latina lo slittamento di un'udienza arrivi così lontano per reati in particolare dove non ci sono costituzione di parti civile. La scorsa estate altri processi sono stati rinviati invece al 2019. C'è infatti una circolare della Corte d'Appello che invita a rinviare anche di due anni i processi che sono prossimi alla prescrizione per non «intasare» la Corte d'Appello visto che poi saranno prescritti in secondo grado. Il problema riguarda prima di tutto il sovraccarico di processi da celebrare che sono moltissimi e soprattutto una carenza cronica di magistrati.