Da qualche giorno, ad Anzio, ha preso servizio la nuova stazione mobile della polizia locale. A darne l'annuncio è stato il comandante del Corpo, Sergio Ierace, che ha reso nota la sostituzione del vecchio veicolo immatricolato nel 2003.

Il nuovo mezzo, in particolare, è attrezzato con le più moderne tecnologie e consente di eseguire il pronto intervento su strada anche in modo più confortevole per gli utenti, che potranno usufruire di un vero e proprio ufficio dove poter rilasciare le proprie dichiarazioni e ricevere le prime assistenze post incidente.

Tra l'altro, anche l'alimentazione non sarà un problema: l'ufficio mobile è munito di un gruppo di continuità e sarà presto dotato di etilometro e apparecchiatura idonea al rilievo del falso documentale, già in possesso, da qualche tempo, della polizia locale.

Ricordiamo, però, che l'obiettivo sicurezza, da parte della polizia locale, è perseguito anche su strada: infatti, le nuove tecnologie sono state implementate anche per il nuovo impianto semaforico a led installato lungo via Ardeatina, a Lavinio mare: qui, dopo decenni di incuria, il comandante Ierace ha disposto la sostituzione integrale dell'impianto, così come fatto qualche giorno fa per quello che fronteggia la stazione di Anzio e come sarà effettuato tra non molto in via della Cannuccia.

«Credo che la cittadinanza di Anzio meriti una sicurezza a 360 gradi - ha dichiarato Ierace -.Proseguo serenamente la mia attività, ponendomi al servizio della comunità per risolvere concretamente gli annosi problemi che da anni vengono sopportati da tutta la cittadinanza. Per questo, mercoledì 7 marzo ho indetto nel mio ufficio una conferenza di servizi con l'ufficio tecnico e le ditte di forniture di servizi che operano sul territorio, durante la quale affronteremo in modo più diretto il problema degli interventi su strada eseguiti dalle aziende di distribuzione e la loro riparazione. È mia intenzione sensibilizzare tutti affinché tali interventi siano eseguiti con professionalità, evitando che da tali riparazioni possano scaturire le diverse buche sull'asfalto che, in questi giorni, si sono ulteriormente aggravate a causa del maltempo che ha travolto la nostra regione. Unitamente all'Ufficio tecnico predisporremo interventi di controllo ed eleveremo sanzioni ove tali nuovi indirizzi non siano rispettati».