Le strade della città di Aprilia non reggono alla prova dell'acqua e le odiate buche sul manto stradale, alcune potrebbero essere a pieno titolo definite voragini, ricompaiono in centro tanto quanto in periferia. Non si parla d'altro, anche sui social network. I cittadini tra commenti indignati, moti di rabbia per i servizi che mancano e una battuta per affrontare con l'ironia una situazione drammatica, non fanno che commentare e postare foto di diverse strade del centro e dei quartieri periferici, ma stilare una classifica delle strade in condizioni peggiori sembra quasi impossibile. Eppure il manto stradale dissestato non è tanto un problema di decoro quanto di sicurezza per gli utenti.
Nelle ultime ore centinaia di chiamate hanno raggiunto il comando di polizia locale di viale Europa, per segnalare le buche presenti su via Cattaneo, lungo via Verdi, via Monteverdi, via Toscanini, via Guardapasso e anche via Carroceto, dove una buca profonda e insidiosa, perchè camuffata dall'acqua piovana depositata all'interno, ha causato danni ad almeno tre persone, che nel giro di poche ore sono cadute nella trappola, tanto che ieri mattina la Polizia Locale di Aprilia è stata costretta a "presidiare" la zona in attesa di un intempestivo e poco risolutivo intervento di riparazione per mitigare il problema. Nella sola giornata di ieri gli addetti ai lavori hanno ricevuto oltre 70 richieste di intervento. Gli operatori del soccorso stradale che lavorano sul territorio di Aprilia hanno raccolto in media tra le 5 e le dieci auto danneggiate in poche ore, numero che non rende l'idea dell'effettiva portata del fenomeno, dal momento che molti automobilisti scelgono la classica formula del fai da te. Una situazione fuori controllo a loro avviso e che, complice la pioggia battente delle ultime ore, che rende difficile l'avvio degli interventi di manutenzione e parallelamente peggiora le condizioni delle strade, non accenna a migliorare. Grave sulle strade urbane ma anche su arterie importanti come via Pontina e via Nettunense, ridotte a colabrodo.
L'amministrazione, che da poco ha stipulato un accordo quadro con una ditta privata per occuparsi del servizio fino ad oggi gestito dalla Multiservizi, per ora afferma di non poter intervenire per via del manto bagnato e della pioggia incessante. Intanto aumentano con il passare delle ore le richieste di intervento e mentre la situazione si fa insostenibile, e i vicini comuni adottano ordinanze per ridurre la velocità di marcia sulle strade più colpite, l'amministrazione apriliana per ora resta a guardare e aspetta che il tempo migliori.