Migliora lo standard di sicurezza e reati in calo. La Questura di Latina festeggia il 166esimo anniversario della fondazione nel Teatro Ponchielli di Latina, alla presenza delle massime autorità civili e militari. E' stata l'occasione per il Questore Carmine Belfiore per tracciare un bilancio dell'attività che ha voluto ringraziare tutti gli attori istituzionali che, in piena sinergia con la Polizia di Stato, hanno permesso il raggiungimento di migliori standard in termini di sicurezza, anche nell'attuale, delicato, momento storico caratterizzato dalla minaccia terroristica, evidenziando una diminuzione del 10% circa dei reati in tutta la provincia. Se da una parte, infatti, sono diminuiti furti, rapine, estorsioni e tentati omicidi, dall'altra crescono arresti e denunce. La cerimonia è iniziata alle 16 quando sulla lapide all'ingresso della Questura e alla presenza del Prefetto Maria Rosa Trio, è stata deposta una corona di alloro per rendere gli onori ai caduti della Polizia di Stato, con la partecipazione dell'Associazione Nazionale Polizia di Stato, che quest'anno festeggia i cinquant'anni dalla sua costituzione.Alle 17, 30, al Teatro Ponchielli  dell'Istituto Statale Alessando Volta l'evento è entrato nel vivo con la lettura dei messaggi istituzionali del Presidente della Repubblica, del Ministro dell'Interno e del Capo della Polizia. Il Presidente della Repubblica ha concesso, quest'anno, la medaglia d'oro al merito civile alla bandiera della Polizia di Stato per l'operato della Polizia Scientifica, che con costante impegno ed altissima professionalità, assicurando standard di sicurezza sempre più efficienti a tutela dei principi di libertà che ispirano la nostra democrazia, ha svolto i servizi tecnico – scientifici legati alla tutela dell'ordine pubblico e al contrasto della minaccia terroristica, nonché, le attività specifiche connesse al fenomeno migratorio e all'effettuazione dei sopralluogo per la ricerca di prove, per l'individuazione dei colpevoli e per il contrasto al crimine Quindi si è svolta la consegna delle ricompense e delle onorificenze al personale che, nel corso dell'anno, si è particolarmente distinto per le proprie doti professionali e per lo spirito di sacrificio, portando a termine importanti attività operative di polizia giudiziaria e soccorso pubblico.Sono stati inoltre premiati gli alunni della III H dell'Istituto Comprensivo "Vitruvio Pollione" di Formia, vincitori del concorso Libera la legalità per la realizzazione di uno spot dal titolo "Droga pilastro delle mafie", rivolto ai loro coetanei per dissuaderli dall'uso della droga. Lo spot è stato riprodotto in più manifesti, che verranno distribuiti in tutte le scuole.