nella giornata di oggi, 29 aprile 2018, la polizia locale di Anzio - agli ordini del comandante Sergio Ierace - nel corso della controllo del territorio e su segnalazione del consigliere comunale Roberta Giometti ha individuato e sanzionato un uomo di Anzio, di circa 40 anni, mentre gettava illecitamente alcuni rifiuti proprio in prossimità del centro di raccolta di via Goldoni.

«Ringrazio il consigliere Giometti e suo marito che, con alto senso civico - ha affermato Ierace -, spesso si fanno carico di segnalazioni che danno la possibilità di individuare coloro che insudiciano le strade di Anzio. Invito la cittadinanza a farsi parte attiva nella vigilanza della nostra nella città, non solo segnalando il luogo dove sono stati abbandonati i rifiuti, ma segnalando anche coloro che li gettano in modo illecito, che saranno puniti come già anche in silenzio avviene da parte del Corpo».

Tra l'altro, per il comandante Ierace, l'occasione è stata utile per annunciare - a partire dal mese di maggio - il rafforzamento del corpo di polizia locale con i neo assunti stagionali, ma anche grazie alla collaborazione ancora più massiva con le Guardie ambientali del "Gruppo Anziate".

«Auspico - ha concluso Ierace - che i cittadini più volenterosi si uniscano al gruppo Guardie Ambientali Anziate affinché siano sempre di più coloro che vigilano unitamente alla polizia locale su tale fenomeno increscioso costantemente presente sul territorio, ciò in modo attivo e repressivo, unitamente alla polizia locale. Invito anche i turisti a rispettare questa città che li ospita e che li attende ogni anno con la sua bellezza naturale che va preservata in primis da atteggiamenti irrispettosi. La nostra sala operativa ,che risponde al numero 06.98499433, è sempre attiva ed è pronta a ricevere segnalazioni ed attivare gli interventi sul territorio».

Infine, Ierace ha sottolineato l'inizio di alcuni incontro con l'assessore all'Ambiente Gianluca Mazzi, al fine di potenziare la gestione delle fototrappole, attualmente sottoutilizzate proprio a causa della carenza di personale.

Tra l'altro, la scorsa settimana era stata messa a punto una simile attività: coinvolto, in questo caso, un furgone di "ritiro metalli pulisco cantine", con il mezzo che è stato anche sequestrato poiché privo di assicurazione e oggetto di precedente fermo amministrativo. Anche il suo conducente è stato trovato privo di patente.