Arresto ieri a Latina effettuato da un equipaggio della Squadra Volante, mentre era in transito in questa via Don Morosini, angolo via Oberdan, veniva fermata da alcuni cittadini i quali segnalavano una persona che urlava e aggrediva i passanti, creando panico; scesi dall'autovettura ed individuato il soggetto, gli operatori, notato il giovane in forte stato di agitazione, chiedevano immediatamente ausilio ad altro equipaggio della Squadra Volante e al Servizio 118 al fine di bloccare e tranquillizzare la persona in argomento, la quale nel frangente si era parzialmente denudata dei vestiti; il soggetto alla vista della Polizia non desisteva dal suo atteggiamento, anzi, con fare minaccioso si avvicinava ai poliziotti, pronunciando frasi del tipo "Polizia merda, vaffanculo, vi ammazzo, italiani di merda" mimando il gesto del taglio della gola. Visto il forte stato di agitazione e al fine di garantire l'incolumità delle numerose persone che intanto si erano fermate incuriosite, gli operatori, si vedevano costretti ad immobilizzare l'extracomunitario e porlo in sicurezza nell'autovettura di servizio; tuttavia lo stesso opponeva ferma resistenza scalciando e cercando di liberarsi dalla presa, provocando anche la caduta di due poliziotti che riportavano lesioni guaribili rispettivamente in giorni 15 e 5. Dopo una forte resistenza e con non poca difficoltà, gli operatori riuscivano a bloccare lo straniero, il quale veniva sottoposto a perquisizione personale, ed accompagnato al locale Pronto Soccorso, dove veniva sottoposto a visita psichiatrica. Dimesso dall'ospedale, la persona fermata, accompagnata presso gli uffici della Questura, identificata per Kevin Brown, liberiano del 1990, veniva tratto in arresto per il reato di resistenza, minacce, oltraggio e lesioni a pubblico ufficiale.  Il P.M di turno disponeva di associare l'arrestato presso le Camere di Sicurezza della Questura in attesa del rito per direttissima.