Prosegue l'attività delle Guardie ambientali del Gruppo Anziate sul territorio di Anzio. In particolare, nei giorni scorsi, di concerto con la polizia locale e col suo comandante Sergio Ierace, hanno dato vita alle ricerche di un cane di razza pitbull che alcuni cittadini avevano segnalato come "vagante" in città.

In particolare, l'esposto arrivato al Comando di vicolo dei Fabbri parlava addirittura dell'ingresso dell'animale in una palestra, dove aveva seminato il panico.

"Siamo intervenuti intercettando il cane, avvisando subito la pattuglia della polizia locale che stava pattugliando il territorio con noi: poco dopo - ha spiegato il presidente delle Guardie ambientali - sono arrivati sul posto riuscendo insieme a noi a catturare il cane".

A quel punto sono scattati ulteriori accertamenti, che hanno consentito di individuare il proprietario del pitbull, che è stato diffidato e successivamente sanzionato dopo aver ricevuto i documenti del cane al Comando.

Va comunque ricordato che l'associazione è già più di un anno che collabora con la polizia locale di Anzio con grande disponibilità e benevolenza. Addirittura, non sono mancate donazioni per l'associazione "Arca di Rita" a cui sono stati consegnati 90 chili di mangime per i cani da essa ospitati; altri 150 chili, invece, sono stati consegnati a un'altra associazione "Protezionisti di Manziana", collegata sempre alla associazione "L'arca di Rita onlus".

In tutto, questa settimana, sono stati donati dalla associazione G.A.G.A., tramite La ditta Agrizeta, 600 chili di mangimi per cani trovatelli e tenuti in custodia da queste associazioni di volontariato. Facendosi catalizzatore di altre associazioni, sono stati consegnati anche 3.000 litri di acqua potabile, sempre alla predetta Associazione "Arca di Rita", tramite l'associazione "Protezione Civile Nettuno". Anch'essa sta iniziando a collaborare con la polizia locale di Anzio.

La prossima settimana si provvederà a siglare una convenzione tra tutte queste associazioni e la polizia locale di Anzio per far fronte alla campagna antincendio boschivo della Regione Lazio, ciò a tutela degli incendi stante l'avvicinarsi della bella stagione.