E' stato un vero e proprio inseguimento quello che si è verificato nel pomeriggio di oggi, 23 maggio 2018, in via dei Castelli Romani, a Pomezia. I protagonisti sono stati tre fratelli e la moglie di uno di loro, che hanno prima litigato in casa e poi si sono rincorsi con le auto, finendo il viaggio all'incrocio con la via del Mare alla presenza dei carabinieri, che hanno condotto due dei consanguinei e la donna in caserma.

La discussione sarebbe nata per motivi ritenuti futili: il fratello minore, 28enne, al termine del litigio sarebbe scappato di casa con la moglie al seguito, salendo in auto. La coppia è stata però inseguita dagli altri due fratelli del giovane, un 30enne e un 34enne. Tutti sono d'origine albanese e, mentre viaggiavano, hanno provato a speronarsi e a colpirsi reciprocamente con dei sassi. Infine, i due fratelli sono riusciti a tagliare la strada all'altra auto, ma i carabinieri - avvisati da alcuni residenti impauriti - erano arrivati nello stesso punto, riuscendo a bloccare dapprima il 28enne e la moglie e poi il 34enne, mentre il 30enne si è dato alla fuga.

Il terzetto, quindi, è stato accompagnato in caserma, con la posizione di tutti che sarà ora vagliata dal personale della locale Compagnia.