Sono tre le strade investigative che seguono gli agenti della Squadra Mobile e della sezione antidroga per dare una risposta alla morte di E.F., queste le sue iniziali, 44 anni di Latina, morto dopo alcuni giorni di agonia al Santa Maria Goretti a causa di una overdose di sostanze stupefacenti e secondo i primi riscontri dovrebbe trattarsi di cocaina. Il primo step parte dall'autopsia, a seguire gli accertamenti sul telefono e poi le ultime ore di vita dell'uomo.
Oggi il pubblico ministero Luigia Spinelli, titolare del fascicolo e che indaga, affiderà l'incarico al medico legale per l'autopsia sul corpo che dovrà rispondere ai quesiti del magistrato inquirente; a seguire il passaggio successivo sarà quello prima di tutto di ricostruire le ultime ore di vita del 44enne che lavorava in un supermercato della città da cui però si era licenziato e che è stato accompagnato in ospedale da una persona che è rimasta sconosciuta.