Si chiamava Carlo Castè - 60enne di Roma - l'uomo che, poco prima di mezzogiorno di oggi - 13 giugno 2018 - ha perso la vita in un terribile incidente stradale che si è verificato all'altezza del chilometro 20+400 della via Pontina, in direzione di Roma.

Stando alle prime informazioni ottenute, l'uomo stava percorrendo la corsia di accelerazione dello svincolo di Pratica di Mare quando, per cause al vaglio della polizia stradale di Aprilia, ha perso il controllo del suo Yamaha T-Max finendo a terra. In quel momento, sulla corsia di marcia, stava passando un tir che, pur avendo provato a evitare l'impatto con l'uomo, lo ha centrato con il rimorchio, schiacciandolo.

Inutili, purtroppo, i soccorsi immediatamente prestati dal conducente del mezzo pesante e, dopo pochi minuti, dal personale dell'ambulanza e dagli agenti della Polstrada apriliana coordinati dal comandante Massimiliano Corradini.

La Pontina, dopo la pulizia della carreggiata, la rimozione dei mezzi e la fine dei rilievi, è stata riaperta al traffico nel corso del pomeriggio.

Nel corso della giornata di oggi, 13 giugno 2018, la via Pontina è stata teatro di un incidente mortale. Nello specifico, il conducente di uno scooter è deceduto a margine dell'impatto con un autotreno, entrambi viaggianti in direzione Roma.

L'incidente è stato registrato poco prima dell'ora di pranzo al chilometro 20+400 della 148, all'altezza dell'uscita di Pratica di Mare.

Sul posto, oltre al personale sanitario e al 118, anche la polizia stradale di Aprilia, coordinata dal comandante Massimiliano Corradini.

La strada, dopo l'incidente, è stata chiusa ed è stata istituita un'uscita obbligatoria. In alcuni momenti, le code hanno superato i sette chilometri.