E' stato denunciato per atti osceni in luogo pubblico. Sono stati gli agenti della Squadra Volante a identificarlo e ad accompagnarlo in Questura per tutti gli accertamenti dopo che martedì pomeriggio, poco prima delle 17,30 gli agenti sono intervenuti in via Giustiniano per la segnalazione di una persona che si masturbava alla presenza dei passanti. L'uomo che corrispondeva alla descrizione fornita da chi ha dato l'allarme alla vista dei poliziotti ha provato a scappare ma è stato bloccato dagli investigatori. In base a quanto ricostruito il cittadino straniero poche ore prima del fermo, si era avvicinato ad una donna che era insieme al figlio piccolo di appena 8 anni e si infilava la mano nei pantaloni toccandosi con smorfie libidinose continuando a molestarla e a toccarsi nelle parti intime. Dopo l'intervento degli agenti coordinati dal vicequestore aggiunto Celestino Frezza, l'autore delle molestie è stato accompagnato in Questura e identificato. Si tratta di E.T., cittadino marocchino nato nel 1981 che è stato indagato a piede libero. Il servizio rientra nell'ambito delle attività di controllo della polizia per la prevenzione e la repressione dei reati.