È arrivato puntuale, anzi, forse anche in anticipo rispetto allo scorso anno, portando con sé tantissimi disagi, richiedendo ore di interventi da parte dei soccorritori e, soprattutto, facendo riemergere il terrore vissuto la passata calda stagione. È tornato l'incubo degli incendi nei Monti Lepini.
Oggi, tra la tarda mattinata e il primo pomeriggio, i vigili del fuoco di Latina, supportati da un elicottero della Regione Lazio e la squadra 14A di Sabaudia sono dovuti intervenire su via Ninfina, ossia ai tornanti (o Coste) di Sezze. L'incendio sarebbe divampato da tre diversi inneschi, che in poco tempo si sono trasformati in una lunga lingua di fuoco pronta a divorare tutta la vegetazione della zona.
Inizialmente i vigili del fuoco e i volontari non sembravano avere bisogno dell'ausilio di un mezzo aereo, visto che l'area è semplice da raggiungere, ma come tutti gli incendi che divampano sui Monti Lepini, le cose si sarebbero complicate. Ad ogni modo il rogo è stato domato grazie all'impeccabile lavoro dei soccorritori, ormai esperti a questo genere di insidie.
Diversi i disagi che gli automobilisti hanno dovuto affrontare nella giornata, visto che la strada è stata interdetta al traffico per circa un'ora, proprio per permettere ai vigili del fuoco e agli uomini della protezione civile di spegnere le fiamme.