Preparava cibo utilizzando l'acqua prelevata da un pozzo artesiano, priva dell'indispensabile certificazione di potabilità emessa da un laboratorio accreditato. A scoprirlo sono stati i carabinieri del Nas di Latina, guidati dal capitano Felice Egidio, che hanno disposto la chiusura immediata di un agriturismo con annesso ristorante situato a Formia. I militari hanno scoperto che la preparazione e la cottura dei cibi avvenivano con l'acqua del pozzo. Tutto ciò in contrasto con quanto dichiarato dal titolare dell'attività, che nella documentazione inerente le proprie procedure di autocontrollo attestava di servirsi di acqua proveniente dall'acquedotto comunale.
Per tale grave violazione il conduttore dell'attività verrà inoltre sanzionato con una cifra pari a 2.000 euro. Il valore della struttura ristorativa chiusa supera gli 800.000 euro.