Giornata intensa, quella di ieri (19 luglio 2018), per i carabinieri della Compagnia di Pomezia. In particolare, i militari agli ordini del capitano Luca Ciravegna hanno messo a punto dei servizi straordinari di controllo del territorio, arrestando tre persone per svariate motivazioni.

La situazione più eclatante è quella che riguarda un 25enne italiano e residente a Pomezia, notato dai militari del Nucleo operativo e radiomobile mentre, con atteggiamento sospetto, sostava in via Tre Cannelle, all'incrocio con via Pontina Vecchia: sottoposto a controlli, è stato trovato in possesso di 10 grammi di marijuana e di circa 150 euro in contanti. Di conseguenza, è scattata la perquisizione domiciliare, durante la quale i carabinieri hanno trovato oltre tre etti di marijuana - 332 grammi, per la precisione -, oltre a materiale utile al confezionamento delle dosi. L'uomo, quindi, è stato arrestato e, in considerazione dei suoi "trascorsi", è stato associato al carcere di Velletri in attesa della convalida dell'arresto.

In un'altra operazione, i militari hanno controllato un 34enne italiano, sempre residente a Pomezia, mentre transitava col suo furgone in via Mar Libico, a Torvajanica. L'uomo, alla vista dei militari, ha tentato di disfarsi di un involucro in cellophane contenente 12 dosi di cocaina e 6 grammi di hashish. Di conseguenza, è stato arrestato e posto ai domiciliari in attesa del processo per direttissima.

In piuù, nella zona di via Singen, i carabinieri della Stazione pometina hanno rintracciato un 46enne romeno - ma da tempo residente in città - che risultava colpito da un mandato di arresto europeo. L'uomo deve infatti scontare 10 anni di reclusione per aver commesso in Romania i reati di truffa, evasione fiscale e falsificazione di documenti: ora è in attesa di essere consegnato alle autorità romene.

In totale, durante i controlli, sono state identificate 120 persone e sottoposte a verifiche circa 50 autovetture.