L'omicidio di un marocchino di 43 anni, inseguito con l'auto e poi ucciso ad Aprilia da due italiani (denunciati a piede libero per omicidio preteritenzionale in concorso) perché ritenuto un ladro, sta scatenando reazioni nel mondo politico nazionaleIl deputato del Partito Democratico, Emanuele Fiano, con un post su facebook (ripreso dallo stesso partito) tuona contro il clima da far west che si è creato negli ultimi giorni, attaccando il governo. E  annuncia un'interpellanza urgente al Ministro dell'Interno, Matteo Salvini per far luce sulla vicenda. "Ad Aprilia oggi si è raggiunto il massimo dell'escalation - afferma Fiano su fb - di questi giorni di chi vuole trasformare questo Paese in un Far West dove ogni uomo è giudice e poliziotto.  I giustizieri della porta accanto hanno picchiato a morte un presunto ladro di appartamenti. Ora la vicenda è al vaglio dei Carabinieri che speriamo possano chiarire rapidamente i contorni della vicenda.  I simpatici troll gialloverdineri evitino di scrivermi che era un vero ladro, perché anche se così fosse dimostrato, noi non siamo per la pena di morte, non siamo per la giustizia sommaria, non siamo per la giustizia fai da te. E mai lo saremo. Quello che è chiaro da diverse settimane in Italia è che qualcuno sta pensando che sia iniziata la stagione nella quale dello Stato non c'è più bisogno perché giustizia e sicurezza possono essere "fai da te".  Tutto questo è grave, pericoloso e sbagliato e mette a rischio lo stato di diritto. Dell'escalation di simili episodi, come di quelli dei ferimenti di immigrati, chiederemo conto al ministro dell'Interno Salvini, con un'interpellanza urgente alla Camera appena lui sarà disponibile.  Anche se un Ministro dell'Interno che abbia a cuore lo Stato di diritto, avrebbe dovuto già parlare da solo, senza sollecitazione".