La notizia della scoperta di un nuovo sito archeologico nel mare del Circeo è diventata ben presto di dominio pubblico, facendo gola a qualche saccheggiatore che ha pensato bene di improvvisare un recupero per portare via i reperti. Alla fine non ha fatto altro che danneggiare quello più prezioso: un'ancora in legno. È accaduto nei giorni scorsi nonostante che Comune e Soprintendenza abbiano accelerato il più possibile per recuperare i reperti dal fondale; operazione, questa, portata a termine fra ieri e l'altro ieri.