Sono state prese in esame le immagini di alcuni telecamere e anche una ripresa che ha filmato tutto l'incidente stradale avvenuto lo scorso 7 luglio in via Piave, per risalire a chi ha rubato l'orologio Rolex strappato al polso del carabiniere Gianluca Loffredo, morto in un drammatico incidente stradale avvenuto in via Piave a Latina lo scorso 7 luglio. E' un gesto infame e un reato odioso quello su cui sta indagando sia la polizia locale che i carabinieri del Comando Provinciale di Latina che hanno acquisito diverse immagini per risalire all'autore o agli autori del gesto. Dai filmati testimoniano come l'uomo indossasse l'orologio poco prima dell'incidente, anche dal filmato di una telecamera che ha ripreso l'impatto si vede chiaramente l'orologio al polso dell'uomo.
In Procura il caso è seguito anche dal Procuratore Capo Andrea De Gasperis, il reato contestato è quello di furto aggravato e gli investigatori per non lasciare nulla al caso hanno ricostruito tutti i movimenti del collega fino a poco prima della tragedia ed è emerso che aveva al polso sempre l'orologio. Qualcuno probabilmente ha approfittato di un momento di distrazione dei soccorritori e lo ha rubato. L'appuntato scelto dei carabinieri in servizio al Nucleo investigatori del comando provinciale di Latina era in sella ad un scooter ed è stato travolto da un'auto condotta da una donna. Il giorno dopo la tragedia, alcuni familiari si sono accorti che tra gli oggetti personali depositati in cassaforte in ospedale mancava proprio il prezioso orologio e inoltre non compariva neanche nell'elenco delle cose trovate dal personale sanitario addosso al corpo.