Ha assunto droga, tra cui cocaina e cannabinoidi il giovane di 27 anni di Latina che ha ucciso un ciclista indiano mentre percorreva via Migliara 45 a Borgo Grappa. Il giovane è indagato e piede libero e non è stato arrestato come ipotizzato in un primo momento. Deve rispondere dell' accusa di omicidio stradale e non è stato sottoposto alla misura restrittiva perché mancavano le controanalisi di conferma in merito al suo quadro clinico che era comunque ben chiaro.  Intanto lunedì sarà affidato l'incarico al medico legale per eseguire l'autopsia sul corpo dell'indiano che è stato falciato dall'auto, una Lancia Y condotta dal ragazzo. La dinamica dell'incidente è stata ricostruita dalla polizia stradale.