E' fissata per questa mattina davanti al giudice del Tribuanle di Latina Giuseppe Cario l'udienza preliminare nei confronti di tre persone accuse dell'omicidio di Gloria Pompili. Sul banco degli imputati la cugina della vittima: Gloria, Loide Del Prete, 39 anni, di Frosinone e il compagno Mohamed Mohamed Elesh Salem Saad, 23, egiziano, che hanno la posizione più grave e sono detenuti, nonché il fratello di Elesh e marito della Pompili, Mohamed Mohamed Hady Saad, 29. I fatti contestati sono avvenuti un anno fa e la donna fu trovata morta all'altezza di una piazzola di sosta a Prossedi, è stata uccisa secondo la prospettazione del pubblico ministero Luigia Spinelli per le botte che ha ricevuto. Nei confronti di Del Prete e a Elesh Saad vengono contestati i maltrattamenti aggravati dalla morte di Gloria che risale al 23 agosto del 2017 a Prossedi. I due, in base alla ricostruzione dei carabinieri di Latina, che hanno condotto le indagini, avrebbero aggredito Gloria provocandole echimosi alla testa, la frattura di quattro costole, dall'ottava all'undicesima con lesione del lobo inferiore del polmone sinistro con emotorace e la rottura, per lesioni multiple.