Si aprono le porte de carcere di Regina Coeli, a Roma, per un 59enne di Ostia - B.F. le sue iniziali - accusato del reato di rapina impropria, commesso a Sabaudia lo scorso 9 giugno. Ad eseguire l'ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Latina sono stati i carabinieri di Sabaudia, che insieme ai colleghi della Stazione Roma Ostia Antica, ieri hanno accompagnato il 59enne in carcere. 
I fatti, nel dettaglio, sono avvenuti lo scorso 9 giugno, quando sul lungomare di Sabaudia l'uomo era stato sorpreso a trafugare all'interno di un'autovettura. A scoprirlo è stata la proprietaria del mezzo, la quale veniva strattonata e spinta con violenza dal 59enne che poi si è dato alla fuga. 
I militari dell'Arma, giunti immediatamente sul posto, raccoglievano la testimonianza della vittima, che forniva una descrizione dell'autore della rapina. Così sono partite le indagini, che hanno permesso di individuare il presunto colpevole, poi riconosciuto dalla vittima. In seguito è stata preparata la prospettazione all'autorità giudiziaria di un quadro indiziario che ha consentito l'emissione del provvedimento cautelare. 
L'arrestato, senza fissa dimora e domicilio stabile, è stato localizzato dopo lunghi servizi di osservazione, controllo e pedinamento delle zone che frequentava più spesso.