Il colpo perfetto, con tanto di scene da film. 

È questo quanto accaduto ieri pomeriggio - 28 settembre 2818 - nella filiale della Banca Popolare dell'Emilia Romagna (Bper) di Nettuno, a Cretarossa.

Nello specifico, tre banditi col volto e le mani coperte, impugnando una pistola e due taglierini, sono entrati nell'archivio sotterraneo dell'istituto di credito, praticando un buco nel muro attraverso un garage confinante.

Di lì hanno risalito le scale e sono arrivati negli spazi della filiale. "Fermi tutti, questa è una rapina" potrebbero aver detto, legando clienti e dipendenti con delle fascette, tenendoli in ostaggio per tutto il tempo del colpo.

Poi si sono dedicati alla stanza protetta da una grata: dopo averla aperta, hanno svuotato le cassette di sicurezza, portando con loro un ingente bottino in corso di quantificazione.

Chiaramente, terminato il tutto, si sono dati alla fuga. Poco dopo, in via Traunreut, sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Anzio - comandati dal capitano Lorenzo Buschittari, subito accorso a Nettuno - e una Volante della polizia del commissariato. 

Una rapina è stata consumata venti minuti fa circa (28 settembre 2018) alla Bper Banca di via Traunreut, nel quartiere Cretarossa di Nettuno.

Alcuni malviventi - presumibilmente due -, che pare fossero armati, hanno messo a segno il colpo, con modalità e conseguenze ancora al vaglio delle forze dell'ordine.

Al momento, sembrerebbe che nei concitati momenti della rapina ci fossero clienti all'interno della banca.

Sul posto, per le indagini del caso, i carabinieri della Compagnia di Anzio e della Stazione di Nettuno. Presenti anche i poliziotti della Squadra Volante.

SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI

di: Francesco Marzoli