È volato da un montacarichi alto quattro metri e poi ha proseguito la sua caduta dentro a una scarpata adiacente, provocandosi ferite particolarmente gravi alle braccia e al viso. Protagonista della vicenda un giovane 20enne originario della Basilicata e operaio di una ditta edile impegnata in un cantiere alle porte di Sezze, in località Ceriara. Il giovane, stando alle prime ricostruzioni, intorno alle 8.30 di ieri mattina si trovava su un montacarichi all'altezza di quattro metri quando, per cause che sono in corso di accertamento, ha perso l'equilibrio cadendo a terra e continuando a rotolare all'interno di una scarpata, dove è stato immediatamente soccorso dai suoi colleghi di lavoro. Proprio uno di loro, considerate le ferite del giovane classe 1998 proveniente da un paesino della Lucania, ha deciso di portarlo al pronto soccorso dell'ospedale Santa Maria Goretti di Latina, dove i sanitari gli hanno prestato le prime cure giudicando il suo caso un codice rosso a causa della dinamica del violento impatto a terra. Diverse e particolarmente gravi le conseguenze dell'incidente sul lavoro: al 20enne, infatti, sono state riscontrate fratture a entrambi i polsi, chiaro segnale che abbia cercato di ripararsi durante il volo dal montacarichi, fratture al viso, con interessamento del setto nasale e qualche problema sotto all'occhio, ma anche contusioni ai polmoni, causate con molta probabilità dal violento impatto e dalla successiva caduta all'interno dell'adiacente scarpata.