Oltre 50 cani tenuti in un recinto e venduti sul web senza alcuna tracciabilità o autorizzazione. Per questo i carabinieri del Nipaf hanno denunciato un uomo residente a Borgo Sabotino. Questa persona deteneva 50 cani di cui 20 cuccioli per venderli tramite annunci sul web senza autorizzazione e tracciabilità sulla provenienza. Solo alcuni esemplari erano provvisti di microchip. Gli animali venivano sottoposti a sequestro e custode è stato nominato il veterinario ASL di Latina presente all'accertamento. Il proprietario è stato inoltre denunciato anche per la detenzione illecita di un cinghiale.