Per nulla intenzionati a lasciare quell'abitazione occupata abusivamente hanno dato vita ad un'azione folle contro gli uomini della Polizia di Stato che con prontezza di riflessi sono riusciti ad evitare conseguenze ben peggiori, arrestando una madre e un figlio.  Quest'ultimo ha lanciato una pentola bollente contro un poliziotto e minacciato di far saltare la stanza con una bombola del gas. La giornata di ordinaria follia è iniziata all'alba, quando gli agenti - di concerto con l'ufficiale giudiziario - hanno dato esecuzione di sfratto per morosità ad una donna di 62 anni originaria della Guinea (con regolare permesso), da un'abitazione di via Giuliani. Non appena entrati nell'appartamento, la Polizia di Stato ha scoperto la presenza di altri quattro connazionali che hanno opposto resistenza nel lasciare il domicilio. Il tutto mentre l'affittuaria lamentava un malore. Immediato quindi l'allerta al 118.

I dettagli in edicola con Latina Oggi