C'è anche Catello Maresca tra i candidati per l'incarico di Procuratore Capo a Latina. Il magistrato campano che da anni vive sotto scorta dal 2007 è alla Direzione Distrettuale Antimafia ed è pubblico ministero a Napoli. Tra le operazioni più importanti che ha coordinato, quella che nel dicembre del 2011 portò all'arresto del superlatitante Michele Zagaria ma portano la sua firma anche altre inchieste contro la criminalità organizzata e il clan dei casalesi. Maresca è tra i candidati per via Ezio, il suo è il nome più conosciuto anche perché è salito alla ribalta per le minacce che ha ricevuto negli ultimi anni. Maresca che da moltissimi anni è in prima linea sul fronte della criminalità e della lotta al clan dei casalesi, inoltre ha partecipato all'operazione Spartacus III ed era pubblico ministero rappresentando l'accusa nel processo contro il gruppo Setola. Proprio in questi giorni sta presentando il libro la Mafia è buona scritto insieme al giornalista Paolo Chiariello. Il curriculum del magistrato campano è di primissimo piano: ha 46 anni è entrato in magistratura a 27 anni e ha diretto delle indagini estremamente delicate, ha maturato l'idea di cambiare ufficio giudiziario e ha presentato domanda per Latina che ritiene una sede giudiziaria molto prestigiosa. Il termine per la presentazione delle domande è scaduto nei giorni scorsi e adesso la parola per la decisione spetta al Consiglio Superiore della Magistratura, per Maresca le possibilità di diventare Procuratore Capo si dovranno confrontare con quelle degli altri colleghi, a quanto pare in pole position c'è oltre al Procuratore di Frosinone Giuseppe De Falco, anche Gaetano Calogero Paci, 54 anni, Procuratore Aggiunto a Reggio Calabria, in passato sostituto procuratore a Palermo e poi Bruno Lino Giorgio, 61 anni, originario della provincia di Lecce e Procuratore Aggiunto a Bari. Hanno presentato domanda anche Antonella Giannelli sostituto alla Procura Generale di Salerno e poi Laura Triassi, 61 anni, originaria di Napoli, sostituto procuratore a Potenza. Infine Filippo Santangelo da Forli, Stefano Pesci dalla Procura di Roma e poi i sostituti procuratori Adolfo Coletta e Vittorio Misiti che sono sostituti procuratori a Frosinone. Sono oltre 10 i candidati che vogliono dirigere l'ufficio giudiziario di via Ezio che al momento è retto dal Procuratore Aggiunto Carlo Lasperanza