Nelle scorse ore, i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Pomezia, coordinati dal tenente Martina Botti, hanno arrestato un 20enne residente della zona, scoperto mentre stava incendiando un'autovettura.

Nello specifico, i militari, l'altra notte, hanno notato un giovane mentre armeggiava, con fare sospetto, nei pressi di un'autovettura parcheggiata regolarmente in via Santorre di Santarosa, a pochi metri da alcune abitazioni e da un supermercato.

Dopo pochi istanti, mentre i carabinieri si avvicinavano al veicolo, hanno visto del fumo provenire dal vano motore dell'auto e il 20enne allontanarsi. Di conseguenza, il rapido intervento ha permesso di spegnere le fiamme sul nascere, limitando i danni alla parte anteriore della vettura, e di bloccare l'autore dell'incendio. 

A quel punto, nulla ha evitato la perquisizione del 20enne che ha consentito ai militari di ritrovare e sequestrare una bottiglia contenente benzina e un accendino, utilizzato per appiccare il fuoco.

L'uomo è stato quindi arrestato e trattenuto all'interno delle camere di sicurezza in attesa del giudizio di convalida e del rito direttissimo. Per lui sono state formulate le ipotesi di reato di incendio aggravato e danneggiamento a seguito di incendio.