Cercavano di rubare batterie da una antenna di telefonia della Wind, furto che avrebbe certamente comportato disagi agli utenti della nota compagnia di telefonia telefonica, sventato grazie all'intervento degli uomini del distaccamento di polizia Stradale di Aprilia. A finire in manette Antonello Manuel Ambu, un 36enne nato a Formia ma residente e residente a Latina, già noto alle forze dell'ordine e Emanuele Roma, un 38enne di Latina incensurato. Ristretti ai domiciliari, compariranno oggi presso il Tribunale di Latina in occasione del rito per direttissima, per rispondere del furto commesso giovedì scorso a La Gogna.
I due uomini, che stavano cercando di asportare le batterie tampone collocate negli armadi posti in sommità alle antenne radio presenti in un terreno privato, sono stati notati all'interno del terreno al quale avevano avuto accesso forzando il cancello di recinzione. Erano sul punto di caricare otto batterie a birdo della loro auto, quando sono stati fermati dagli agenti della Polstrada. La perquisizione ha permesso di rinvenire attrezzi utili a forzare i siti relativi ai ponti radio telefonici e per asportare le batterie tampone, il cui valore economico sul mercato e di circa mille euro cadauna, ma anche diversi mazzi di chiavi e cilindri di serrature utili all'apertura degli armadi metallici dei ponti radio telefonici della zona della provincia di Latina. Per non destare troppi sospetti, avevano indossato giubbotti da lavoro con il nome di una nota società che svolge lavori di manutenzione. L'intervento della Polizia Stradale di Aprilia è stato provvidenziale per porre argine al traffico illecito di batterie tampone, di ingente valore economico.