Sono stati rinviati tutti a giudizio. E' quello che ha deciso il giudice per l'udienza Tribunale di Latina Giorgia Castriota, nei confronti di nove persone che saranno processate dal secondo collegio presieduto dal giudice Francesco Valentini, il prossimo 7 giugno. I fatti contestati portano alla bancarotta fraudolenta della Agw e della Alfer due società riconducibili alla Aviointeriors. Il magistrato al termine della camera di consiglio, ha accolto la prospettazione del pubblico ministero e ha disposto il rinvio a giudizio nei confronti di nove persone,  residenti tra la provincia di Latina, Napoli, Roma e Gorizia. In base a quanto contestato dagli investigatori della Guardia di Finanza che avevano condotto le indagini, «I beni della Agw sarebbero stati fatti sparire con delle cessioni alla Alven spa alla Alven Investimenti e alla Avionteriors», sostengono gli inquirenti nel capo di imputazione. E poi gli imputati hanno distrutto, falsificato e sottratto i libri e altre scritture contabili della Alfer sas (prima Rail Aviointeriors) - sostiene il pubblico ministero - per non rendere possibile in questo modo la ricostruzione del patrimonio».  I fatti contestati sono avvenuti a Latina tra il 2013 e il 2014 e le parti offese sono la curatela della Alfer, la curatela dell'Agw e infine l'Agenzia delle Entrate. Tra gli elementi raccolti dagli investigatori le sentenze dichiarative di fallimento e poi una serie di consulenze tecniche e informatiche, oltre a documentazione fiscale, societaria e bancaria.