Non dovranno sostenere un processo i tre giovani denunciati a piede libero, la scorsa estate, per il caso dei migranti nigeriani colpiti dai pallini di gomma sparati con una pistola giocattolo da un'automobile in corsa nel centro abitato di Latina Scalo: sono state archiviate infatti le posizioni dei tre coetanei di Sermoneta.

La decisione è stata presa dal giudice per le indagini preliminari Giuseppe Negro in linea con la richiesta di archiviazione formulata dal sostituto procuratore Daria Monsurrò. Il pubblico ministero infatti aveva sposato in pieno la tesi difensiva formulata dal legale di fiducia dei tre indagati, l'avvocato Dino Lucchetti, che aveva dimostrato come gli alibi forniti dai 23enni fossero più solidi delle dichiarazioni rese dall'unico testimone della pubblica accusa