Si terranno domani pomeriggio alle quindici i funerali di Cristiano Campanale, il ventisettenne di Minturno morto venerdì scorso dopo essere stato investito dalla Ford Fiesta condotta da Eduardo Di Caprio, il trentaquattrenne che si trova rinchiuso nel carcere di Cassino, con l'accusa di omicidio volontario. La dottoressa Maria Beatrice Siravo, magistrato cassinate che conduce l'inchiesta, firmerà questa mattina il nulla-osta che riaffiderà ai familiari la salma, che, nel primo pomeriggio, sarà trasferita dall'obitorio dell'ospedale santa Scolastica di Cassino a Minturno, all'interno della Cattedrale di San Pietro. Qui rimarrà sino a domani alle quindici e ciò costituirà l'occasione per amici e conoscenti di poter rendere omaggio al giovane e ai suoi familiari.

Sotto il profilo delle indagini, intanto, i Carabinieri hanno acquisito i telefonini cellulari di Cristiano Campanale e del suo carnefice, per verificare se i due protagonisti del sanguinoso episodio si sono scambiati dei messaggi prima dell'investimento, che, come hanno accertato i Carabinieri, è avvenuto intorno alle 18 di venerdì scorso. Inoltre sembrerebbe che pochi secondi prima dell'impatto Cristiano Campanale fosse impegnato a guardare il telefonino e non si sarebbe accorto dell'arrivo della Ford Fiesta, che ha urtato violentemente contro il segnale stradale, poi finito sulla testa del ventisettenne, procurandogli il decesso immediato.