Atti persecutori nei confronti del coniuge, ma stavolta ad essere la vittima è l'uomo. La storia arriva da Minturno, dove un'anziana, S.S.D. di 74 anni, è stata raggiunta dal decreto di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa. Il tutto al termine di un'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Cassino. La donna, animata da profondo rancore, poneva in essere numerosi e reiterati atti persecutori nell'arco diversi mesi, fino addirittura al danneggiamento dell'auto della vittima, che determinavano l'uomo a rivolgersi alla Polizia di Stato. L'attività di indagine svolta dagli investigatori del Commissariato Distaccato di P.S. di Formia ha permesso di acclarare la veridicità di quanto esposto, originando la richiesta di un provvedimento cautelare che la Procura della Repubblica di Cassino ha accolto in toto.