La Polizia di Stato, al termine di un articolata attività investigativa, ha denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Cassino, E.L. classe 1996, giovane campano accusato di truffa. Il giovane, utilizzando la collaudata tecnica del phishing, è riuscito ad ingannare la  vittima convincendola a fornire informazioni personali, sostituendosi a Poste Italiane, e successivamente indirizzato ad una chat per mezzo della quale un falso operatore online di Poste Italiane, carpiva le sue credenziali personali. Sono state quindi riscontrate una serie di operazioni di prelievo di consistenti somme di denaro, dei quali la vittima veniva a conoscenza solamente quando si è insospettito per non aver ricevuto alcuna conferma circa l'operazione richiesta all'operatore telefonico.Gli investigatori del Commissariato di Formia, seguendo i flussi del denaro spostato, sono quindi riusciti a smascherare l'autore.