Rispondendo con un diniego alla richiesta di rilascio di permesso a costruire presentata dalla Corica Costruzioni srl, società dei fratelli Corica, Malvaso e Grenga, il 20 maggio 2011 l'allora dirigente dell'Urbanistica del Comune di Latina, Ventura Monti, tra le altre cose obiettava che la destinazione d'uso specifica del lotto interessato dal progetto, soggetto a «vincolo di destinazione alberghiera», non lasciava adito a diverse interpretazioni circa l'utilizzo specifico dell'area, «che rimane vincolata per la costruzione di un albergo e non per altri tipi di interventi edilizi. Ulteriore convincimento di tale assunto - continuava Monti - deriva dalla constatazione di quant'altro previsto dal Ppe nell'area immediatamente adiacente a quella in oggetto. In tale area limitrofa la destinazione d'uso è indicata come area per attrezzature turistiche, segno evidente che l'amministrazione comunale ha voluto distinguere la nuova e diversa destinazione dell'area per destinazione alberghiera da quella adiacente, con il chiaro intento di vincolare la nuova edificazione dell'area a tale destinazione d'uso».
Con questa ed altre motivazioni il Comune disse no al progetto denominato Imperial, per la costruzione di un complesso edilizio per attrezzature turistiche.