La donna di 48 anni di Formia che era già stata allontanata dalla città con un foglio di via per stalking. Questa mattina, infatti, M.R. si è presentata nuovamente nella chiesa di San Pietro Apostolo, a Fondi, ha interrotto la funzione religiosa in corso, salendo sull'altare ed iniziando a leggere le letture senza essere stata autorizzata e poi iniziava ad urlare e inveire verso i fedeli creando un evidente stato di panico nei presenti. Il tutto per amore di un giovane prelato la cui ha assenza in quel momento ha scatenato la reazione sconsiderata della donna che è stato indotta alla ragione dalla polizia, nuovamente intervenuta per calmarla. Per questo  è stata denunziata in stato di libertà per in ottemperanza al foglio di via obbligatorio e interruzione di un servizio religioso e quindi nuovamente allontanata dal comune di Fondi.

Nonostante due arresti, una 49enne di Formia ha continuato a infastidire un sacerdote nei confronti del quale è già accusata di episodi di stalking. Stavolta è successo a Fondi, dove sono dovuti intervenire gli agenti del commissariato guidato dal comandante Franco Pellegrino.
La segnalazione è arrivata da parte di diversi fedeli che hanno lamentato la presenza di una donna che minacciava e infastidiva le persone presenti. Quando la pattuglia è intervenuta, ha identificato la donna scoprendo che aveva già precedenti proprio perché stava perseguitando un sacerdote. Per questo motivo era stata arrestata due volte e nei suoi confronti era stato emesso anche un divieto di avvicinamento alla parte offesa, emesso dal Tribunale di Cassino, scaduto nel mese di agosto del 2018.
Alla luce dell'ultimo episodio, la polizia ha rimpatriato la donna con un foglio di via obbligatorio per Formia con divieto di far ritorno nella Piana per tre anni.

di: Federico Domenichelli