Il carcere di Latina scoppia ed è in sovrannumero. E' quello che emerge dalla relazione della Corte d'Appello sullo stato della giustizia nel Lazio. Nell'analisi c'è spazio per la casa circondariale di via Aspromonte che mostra tutti i segni del tempi è emerso come a fronte di una capienza tollerabile di 94 detenuti ci siano 104 uomini e 29 donne classficate AS3 in regime di alta sicurezza.  La condizioni della popolazione detenuta costantemente monitorata dall'area sanitaria è nella norma. La struttura che si trova in pieno centro a Latina mostra tutti ii segni del tempo (è stata costruita negli anni 30) nonostante diversi interventi di ristrutturazione e si trova inoltre nel centro della città. In passato erano state prese in esame ipotesi di realizzare un nuovo carcere ma che poi sono cadute nel vuoto. L'istituto di pena del capoluogo è tra i più affollati del Lazio.