Il parroco di San Paolo Apostolo ha riaperto la Chiesa di via dei Cinque Archi. La decisione è stata presa nelle scorse ore dopo un colloquio fra il vescovo di Velletri, monsignor Vincenzo Apicella, e il sindaco della città castellana, Orlando Pocci. 

In particolare, sua eccellenza ha evidenziato al primo cittadino la pericolosità di quel tratto della Provinciale e il mancato funzionamento del semaforo pedonale che si trova proprio davanti alla Chiesa.

Il sindaco si è impegnato a risolvere il problema del semaforo entro sabato prossimo. Qualora non fosse possibile, alle celebrazioni del sabato e della domenica saranno inviati gli agenti della polizia locale o dei volontari per garantire sicurezza. 

Questo impegno, di fatto, ha portato il parroco a decidere per la riapertura immediata della parrocchia. 

«Per l'incolumità dei bambini e degli anziani ritengo che la Chiesa debba rimanere chiusa finché il Comune non risolve il problema».

Sono queste le parole impresse su un cartello che, dalla giornata di ieri (2 febbario 2019), è stato affisso sul cancello della Parrocchia di San Paolo Apostolo, lungo la Provinciale dei Cinque Archi.

Il sacerdote, infatti, ha deciso di chiudere la Chiesa fin quando il semafoto che regola l'attraversamento sulla Nettuno-Velletri - strada effettivamente molto pericolosa - non verrà riparato, visto che da un paio di mesi pare funzionare a singhiozzo.

La notizia, in queste ore, sta già rimbalzando sui social network, così come si evince anche dalla foto che un cittadino ha pubblicato sul gruppo Facebool "Velletri... di tutto e di più!"

di: Francesco Marzoli