La lista dei furti messi a segno dalla banda arrestata il giorno di San Valentino e composta da dieci persone tutte di Napoli  è lunga e assortita: il primo colpo è il 15 gennaio del 2017 in via Quartaccio, poi il 21 gennaio la banda si sposta a Lariano ma pochi giorni dopo il 26 torna a Latina questa volta entra in azione in via Lazio in una villetta della lottizzazione Cucchiarelli e poi ancora a pochi metri di distanza colpisce ancora sempre in via Lazio. Nuovo raid ai primi di febbraio del 2017 in via Geminiani, poi  in via Picasso a due passi dal centro Morbella dove dopo aver disattivato il sistema d'allarme e la centralina prendono orologi molto costosi e soldi in contanti. La gang non si ferma. Ironia della sorte gli indagati Pepe, Merolla, Quindici e Bellobuono rubano anche il 14 febbraio del 2017 è il giorno di San Valentino, non sanno che due anni dopo saranno arrestati per associazione per delinquere finalizzata al  furto e il nome dell'operazione sarà questo. In questo caso rubano in una abitazione di piazza Manuzio sempre lo stesso giorno in via Muzio Clementi, le vittime sono delle persone che si trovavano al Teatro D'Annunzio di Latina per uno spettacolo.  Pochi giorni dopo colpiscono ancora questa volta in via Pyre approfittando dell'assenza del proprietario che si trova al Teatro ma questa volta però Moderno. La banda dunque si sposta e cambia anche teatro dove si apposta per prendere i numeri di targa delle vittime che vengono controllate al Pra con un sistema informatico per risalire all'indirizzo.  E ancora la gang colpisce in via Sabotino il 26 febbraio sempre del 2017,  torna a Terracina dove pernotta e poi continua il 27 febbraio quando al Teatro c'è Filumena Marturano, i ladri si presentano in casa dei proprietari che sono in platea, in via Venezia Giulia la banda stacca una inferriata e prende un orologio dopo aver disattivato anche il sistema d'allarme. Gli altri colpi a Latina sono stati registrati in via Praga, via Amsterdam, viale Kennedy, via Bernini, via Marche, via Bixio, via Aprilia, via Paisiello, via Giusti dove hanno preso la cassaforte,  via del Crocifisso, via Bellini e poi a Sezze in via Colli, a Priverno invia Montanino, Molti sono i furti anche denunciati a Velletri:  in via Mattoccia, in via del Corso,  in via Fontana Fiume dove il proprietario in questo caso si trovava ad un matrimonio e poi in via dei Fienili,  in via dei Volsci,  in via delle Querce, in via Colle dei Cavalli,  in via Casale, in via delle Vasucce, a Cisterna in via San Tommaso d'Aquino, a Ferentino in via Casilina  al chilometro 80, a Ceccano in via Acqua Santa e in via Celletta, ad Ariccia in via del Crocifisso e ad Albano Laziale in via Olivella.