Il Comune di Pomezia chiederà ai giudici del Tribunale di Roma di costituirsi come parte civile nell'udienza preliminare in programma il prossimo 16 aprile e che vedrà fra gli indagati i vertici di Tributi Italia, la società che si occupava di riscuotere le tasse per conto di diverse decine di Comuni italiani, fra i quali c'erano anche Pomezia, Aprilia e Nettuno, con i primi due che avevano partecipazioni nella società "Aser" e con l'ultimo che era in partnership con Tributi Italia nella "Nettuno Servizi".

«Abbiamo il dovere di ricorrere nella giustizia - ha dichiarato il sindaco di Pomezia, Adriano Zuccalà -: per questo ci costituiremo parte civile nel processo nei confronti delle società Aser e Tributi Italia che si aprirà il 16 aprile 2019. È un atto importante - ha aggiunto il primo cittadino - affinché ci venga riconosciuto quanto dovuto ed è frutto della volontà, da parte dell'amministrazione, di far valere i propri diritti».