E' stata sciolta la prognosi per la ragazza di 17 anni azzannata venerdì scorso dai quattro pitbull rottweiler di proprietà del padre, due esemplari di 3 anni e due cuccioli di 18 mesi. Per lei gravi ferite in tutto il corpo che hanno necessitato di 100 punti di sutura. Oggi la ragazza è stata trasferita al reparto presso il Policlinico Gemelli di Roma ed è stata refertata con 30 giorni di prognosi. Davanti a lei un lungo percorso di recupero dopo questa brutta esperienza in cui ha sfiorato la morte. Intanto il padre è stato denunciato con l'accusa di lesioni colpose gravissime e gli è stata effettuata l'elezione di domicilio in vista di ulteriori approfondimenti di indagine. Resta confermata la custodia protetta dei cani in canile, sotto sequestro della Asl, in attesa che venga chiarito il motivo che li ha portati alla brutale aggressione.