E' stato fissato per il prossimo primo aprile l'incidente probatorio davanti al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina Mario La Rosa per l'inchiesta Commodo, relativa ad una operazione sul caporalato che era stata condotta dagli agenti della Squadra Mobile. Il blitz scaturito dopo una serie di mirati accertamenti e di riscontri incrociati tra intercettazioni telefoniche e alcune dichiarazioni raccolte dagli investigatori, aveva portato a sei arresti. L'obiettivo del Procuratore Aggiunto Carlo Lasperanza è quello di blindare la testimonianza di alcuni braccianti agricoli, sono almeno 15 che erano stati presi a sommarie informazioni in sede di indagini preliminari e che secondo quanto prospettato potrebbero subire dei condizionamenti oppure potrebbero anche far perdere le tracce e tornare nei rispettivi paesi di origine, tra cui la Romania e l'Africa. E poi sarà ascoltato anche uno degli indagati, Luca Di Pietro, già ascoltato dal Procuratore Aggiunto.