Il pontino Ezio Bonanni, presidente nazionale dell'Ona, Osservatorio nazionale amianto, farà parte della neonata «Commissione ministeriale di lavoro per la riforma normativa» in materia di amianto istituita dal Ministro all'Ambiente Costa e guidata da Raffaele Guariniello. Ieri il Ministro Costa è intervenuto all'evento Onu sull'acqua e sulle conseguenze dei cambiamenti climatici organizzato a New York e ha anticipato le linee guida di questo gruppo di lavoro.  «La Commissione - spiega il Ministro-  è formata anche dal presidente del l'Osservatorio nazionale amianto, l'avvocato Ezio Bonanni, un'istituzione della lotta contro la fibra killer e per la tutela di tutte le vittime. Sono molto felice che abbia acconsentito a parteciparvi e attraverso lui riusciremo anche a fruire delle molteplici competenze insite nella sua associazione; gli altri membri sono il generale Giampiero Cardillo e l'esperto di bonifiche e monitoraggi Stefano Massera. A loro auguro buon lavoro. Abbiamo un compito importante da portare avanti e a breve arriveranno i primi risultati», conclude il Ministro.  Al momento il ministero non spiega quali saranno nello specifico i compiti – o le risorse a disposizione – della Commissione, ma anticipa che la nuova struttura «entro la fine di giugno produrrà i primi risultati». «Dobbiamo assolutamente procedere con la mappatura e le bonifiche – dice il ministro – ci sono 32 milioni di tonnellate di amianto (questa è la stima Cnr-Inail, mentre l'Ona arriva a 40 milioni di tonnellate, ndr) ancora in circolazione in Italia, e l'unico modo per interrompere la catena di vittime è eliminare l'esposizione»