Niente rissa: tutti assolti. Questo l'esito in primo grado del processo instaurato a carico di due lenolesi, rispettivamente 30 e 31 anni, assistiti dall'avvocato Giulio Mastrobattista, e di cinque pakistani.
Ieri la sentenza di assoluzione per questa vicenda che risale all'estate dello scorso anno, avvenuta lungo le strade di Fondi. Per la precisione all'esterno di un locale su via Appia lato Itri. Secondo la ricostruzione fatta all'epoca da parte delle forze dell'ordine intervenute, e che poi ha portato agli arresti, si sarebbero affrontati, per motivi poco chiari, i due lenolesi e i cinque pakistani. A innescare la lite sarebbero stati dei futili motivi e ben presto si è arrivati ai sette arresti. Il reato ipotizzato, come si diceva in premessa, è stato quello di rissa.
La difesa dei due ragazzi di Lenola, rappresentati dall'avvocato Giulio Mastrobattista, ha ritenuto non esserci gli elementi probatori per la configurazione di quel tipo di reato. Sarebbe stata assente la prova e, è stato sostenuto in udienza, non sarebbe stata messa in pericolo la pubblica incolumità.
Di contro, il pubblico ministero, a conclusione della requisitoria, ha richiesto la condanna a un anno. Al termine dell'udienza, il giudice, il dottor Velardi, ha assolto tutti gli imputati. Uno dei lenolesi assolto anche dal porto abusivo di un coltello. Le motivazioni saranno depositate in 45 giorni.