Un noto preparatore atletico di 50 anni di Latina è stato arrestato dai Carabinieri del Comando stazione di Vejano, in provincia di Viterbo, per atti persecutori nei confronti di un'atleta sua allieva, dieci anni più piccola di lui.
La donna, atleta agonista che pratica body fitness e vive nella Tuscia, aveva iniziato a essere infastidita dal cinquantenne quando aveva deciso di cambiare personal trainer. Al culmine dell'escalation di atti persecutori, il cinquantenne di Latina era arrivato al punto di incendiare l'auto della vittima parcheggiata a Vejano, mentre l'atleta si trovava negli Usa per un'esibizione.
Al termine di mirate indagini i Carabinieri hanno raccolto elementi a carico del preparatore atletico pontino, per il quale la Procura di Viterbo ha ottenuto la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti del cinquantenne, con tanto di obbligo del braccialetto elettronico.