Nelle scorse 48 ore, i carabinieri della Compagnia di Roma centro - coordinati dal capitano Aniello Schettino - hanno arrestato nove persone, fra cui sei cittadini d'etnia rom provenienti dai campi nomadi di Castel Romano e Aprilia.

In particolare, i militari, nell'ambito delle consuete attività antiborseggio, hanno bloccato le nove persone con età compresa fra 18 e 38 anni: fra loro ci sono due cittadini libici, uno del Marocco e i suddetti sei nomadi, di origine romena o bosniaca, tutti già noti alle forze dell'ordine.

Le attività dei militari dell'Arma, messe a punto a bordo dei mezzi pubblici e nei pressi delle fermate metro e bus, oltre che lungo le vie e le piazze di maggior interesse, hanno anche consentito di restiuire ai turisti vittime dei borseggi il materiale rubato, ossia portafogli e smartphone.

Chiaramente, i "manolesta" sono stati trattenuti nei vari Comandi dell'Arma in attesa del rito direttissimo.